CA’ DE NOCI

 

Dal 1993 l’agricoltura biologica certificata è l’unico metodo di coltivazione di Cà de noci. Cinque ettari di vigneti impiantati tra il 1970 e il 2016. Le tecniche di viticoltura sono all’avanguardia, con una cura della vigna che non è soltanto “bio” ma che va oltre, sempre alla ricerca di nuovi metodi sostitutivi di rame zolfo come fortificanti ad estrazione naturale, potature ad hoc, inerbimento spontaneo. In cantina ci si allontana dalle tecniche enologiche convenzionali e si predilige un approccio non invasivo, che segue i tempi e la naturale evoluzione per raggiungere la massima espressione di territorio e vitigno. Non si impiega anidride solforosa aggiunta per la salute di chi lavora e di chi beve, le macerazioni sono effettuate su tutti i vini per estrarre i polifenoli che conserveranno naturalmente le caratteristiche del vitigno, nei vini bianchi hanno breve durata e non avviene la pressatura delle bucce ma una svinatura manuale a cappello con resa da uva a vino molto limitata, nei vini rossi le macerazioni sono più prolungate con pressatura manuale delle bucce. I vini frizzanti, vera eccellenza dell’azienda, sono ottenuti unicamente da fermentazione naturale in bottiglia. I mosti per la rifermentazione si ottengono delle stesse uve dei vini base e si conservano refrigerati fino all’imbottigliamento. La coltivazione biologica sviluppa la capacità nella pianta di reagire naturalmente alle malattie, grappoli di rara struttura polifenolica, si trasformano in cantina in vini intensi e caratteriali.

 

 

 

Visualizzazione di 10 risultati

Carrello
Torna su